Istituto Comprensivo Gazzaniga

scuola dell’infanzia di Gazzaniga

La scuola dell’infanzia statale di Gazzaniga è collocata in via Europa 23, all’interno del plesso della Scuola Secondaria di primo grado ed è composta da un’unica sezione che può accogliere fino a 26 bambini.

La scuola dell’infanzia statale di Gazzaniga è collocata in via Europa 23, all’interno del plesso della Scuola Secondaria di primo grado ed è composta da un’unica sezione che può accogliere fino a 26 bambini.  

Al suo interno sono disponibili diversi ambienti: 

  • un ingresso spazioso dove i bambini con i loro genitori possono riporre le proprie cose negli armadietti e cambiarsi le scarpe prima di entrare a scuola. 
  • un’ampia sezione divisa in angoli di interesse, con spazi sufficienti per giocare e svolgere attività di vario genere. 
  • un salone attrezzato per l’attività motoria che può essere utilizzato anche come seconda aula nelle ore di compresenza perché dotato di tavoli a scomparsa. 
  • una stanza adibita per metà a sala da pranzo e per metà a dormitorio. 
  • tre bagni per i bambini e uno per le insegnanti. 
  • Vi è inoltre un ampio giardino attrezzato e piantumato. 

L’aula è dotata di uno smart- monitor che consente la sperimentazione e l’acquisizione di nuove modalità didattiche, indirizzando i nativi digitali verso un uso più critico e consapevole del mezzo e dei contenuti della comunicazione multimediale.  
Supporta inoltre le funzioni deficitarie dei bambini con bisogni educativi speciali, nell’ambito della programmazione individualizzata. 

È possibile l’accesso ad Internet con la connessione WI-Fi della Scuola Secondaria 

 

 

PROGETTI 

  1. Corso di musica offerto dal Comune  
    Il corso prevede almeno dieci incontri per tutti gli alunni con un esperto del Mousikè.  L’obiettivo generale del progetto è di avvicinare il bambino in età prescolare alla realtà sonora attraverso strutture elementari, percorsi coinvolgenti, giocosi e creativi. 
  2. Orto scolastico nel giardino. Questo progetto intende radicare nei bambini  l’esperienza dell’orto, che non deve restare un esperienza occasionale, ma proseguire negli anni. Si deve pensare ad un’aula all’aperto che comprenda anche il giardino circostante permettendo di lavorare con gli alunni non solo sulla botanica, ma in diverse discipline.

Ultimo aggiornamento

3 Agosto 2020, 07:22